Via Fisica o Chimica. Ma Don Matteo?

fisica o chimica porno gay libero carlo frecceroIn questi giorni monta una “grossa” polemica, che in altri paesi mai sarebbe stata sollevata ( ma ovviamente siamo in Italia..). Libero, quotidiano “molto” letto in Italia ( sono ironico,eh) qualche giorno fa ha pubblicato un articolo riguardante questa serie televisiva trasmessa da Settembre su Rai 4. L’articolo è stato scritto dal grande “esperto di televisione e pedagogia” Francesco Borgonovo, il quale sostiene che con questo telefilm si trasformi il servizio pubblico in “pornorai”, in quanto nel film si vedono baci gay, uso di droghe, sesso e scambi di coppia ( Faccio notare con la foto tratta da gay.tv, come sul giornale Libero ci sia una rubrica dedicata alle “bellezze”. E questo sarebbe educativo?). A parte che mi piacerebbe sapere con che sguardo il tizio sopra nominato abbia guardato questa serie televisiva, si vede come in Italia si sia ancora chiusi in piccoli tabu’  e costrutti sociali.

Mi è piaciuta la reazione del direttore Rai 4 , Freccero, in quanto è necessario un serio cambio nel paese. Il telefilm è vero a volte è spinto, ma qualcuno vuole sostenere che nella propria vita non ha mai provato una di quelle esperienze? Innamorarsi di una professoressa, di un compagno di banco mentre si scopriva la propria sessualità, di un amico piu’ grande. Oppure nessuno di voi ha mai conosciuto o visto situazioni in cui un vostro amico era stato adottato, viveva con genitori divorziati, soffriva di bulimia, si sentiva isolato?Nessuno di voi ha mai avuto un amico o amica omosessuale? E potremo continuare con i tanti esempi buoni di questa serie.

Lo trovo ottimo in quanto fa un’ottima educazione sessuale, cosa che manca in questo paese, dove ancora la parola preservativo provoca non pochi imbarazzi. Basta pensare alla ragazza che rimane incinta e che non vuole abortire, proprio perchè non ha usato il preservativo. Ma anche al ragazzo credente che vuole rimanere fino al matrimonio vergine.

Riportando questi esempi, si capisce benissimo che l’autore dell’articolo non ha mai visto bene questa serie e non ha mai capito il suo inserimento pedagogico per i ragazzi, che oggi come oggi che si voglia o meno già a 12/13 anni iniziano a conoscere la propria sessualità.

Come cittadini italiani, come contribuenti del canone, come persone ci siamo “rotti i coglioni” di tutte queste serie televisive pagate da noi su mamma Rai che parlano di Commissari, di Preti e chiesa ( chi ha detto Don Matteo, ormai alla ottava serie, o Che Dio ci aiuti, alla prima e spero ultima serie). Volete produrle e trasmetterle? Usate i soldi della chiesa. Siamo un paese laico, dove convivono tante religioni e tanti modi di pensare. Vogliamo telefilm educativi e veri, come avviene in Inghilterra e America. Ci siamo rotti di questi tabu’ e finti perbenismi, ci siamo rotti dei dictat di associazioni come il Moige che vogliono dettar legge per un paese. Perche’ mentre il paese va avanti, chi sta nei centri di potere delle reti tv non capisce la necessità di produrre seriamente qualcosa di decente.

Ci siamo rotti di culi e tette di veline, ballerine e così via. E poi quando si tratta seriamente di affrontare certi temi come il sesso, la droga, l’alcol si sorvola il tutto invece di affrontarli.

A quando in Italia una bella serie come Fisica o Chimica?

Cordialmente.

Perchè Sanremo è Sanremo!

https://i0.wp.com/www.haisentito.it/wp-galleryo/festival-sanremo-2010-big/festival-sanremo-2010.jpgFinita questa edizione 2010. Che dire? Buon festival, buona conduzione e sicuramente buona scelta di musica (salvo alcune eccezioni di cui parlerò dopo). Peccato che alla fine si siano rovinate 5 serate in un botto. Si mi riferisco proprio alla finale. Com’è possibile che una canzone piena di luoghi comuni, a cui l’orchestra non ha nemmeno dato un voto, sia potuta arrivare seconda? Infatti le contestazioni ci sono state sia dalla stessa orchestra che ha strappato gli spartiti, sia dal pubblico in sala. Un vero peccato, perchè c’erano canzoni più meritevoli sia del secondo che primo posto. E vogliamo parlare della vittoria di Valerio Scanu? Canzone ritornata in voga dopo la prima serata grazie alla partecipazione nel duetto di Alessandra Amoroso che ormai sta assumendo molta notorietà. Una canzone tipica sanremese quella del ragazzo di Amici, ma purtroppo il personaggio che la canta non è uno dei più simpatici. E la cosa strana , aimè , è che a vincere per il secondo anno di fila sia di nuovo uno dei ragazzi di Amici. Infatti la richiesta di visionare i voti da casa , oltre che essere nei miei pensieri, arriva da tante voci sia nella musica che al di fuori del campo.Altre canzoni assolutamente inutili, così come la partecipazione a Sanremo, sono state quella di Povia, anche questa una canzone piena di luoghi comuni. Usare un tema così difficile e vasto per far si che si parlasse della canzone e puntare quindi alla vittoria è davvero la cosa più viscida che un artista possa fare. Per non parlare della serata in cui il cantante ha portato sul palco la bimba a ballare, così per far ancora più pena sulla sensibilità delle persone. Vergognoso strumentalizzare così un tema e sopratutto la morte di una ragazza che ormai, si sa, non era Eluana. L’altra canzone inutile è stata quella di Enrico Ruggeri.Invece voglio fare i miei complimenti a Nino D’angelo che ha avuto il coraggio di portare una canzone in completo dialetto che,secondo me, ha uno dei testi più belli di questo Sanremo. Oltre che ad avere una musicalità molto carina. Peccatto,appunto, per la sua esclusione.E capisco benissimo la sua rabbia per il secondo posto al principe e co. vi consiglio di leggervi il testo tradotto. Il prossimo anno spero che le votazioni siano così divise: 50 % orchestra, 30 % giuria demoscopica, 5% voto da casa e 15% giuria scelta. Almeno sarà tutto più regolare ed equo, non ci saranno voti comprati ne suggeriti e sicuramente non ci saranno più le polemiche sanremesi. Concludo dicendo quale sarebbe stata, per me, una giusta classifica seguendo i miei gusti ma anche le varie interpretazioni e qualità generali.

1) Irene Grandi

2) Malika Ayane

3) Irene Fornaciari

4)Marco Mengoni o Noemi ( Indecisione)

5) Arisa

A Sanremo Giovani vince Maiello….!!!

https://i2.wp.com/www.testigratis.com/wp-content/uploads/2010/01/tonymaiello.jpgFinita la quarta e penultima puntata di Sanremo 2010, arriva il vincitore. Tony Maiello. Il ragazzo, 21 anni il 15 Marzo, aveva già partecipato all’edizione 2008 di Xfactor sotto le ali di Mara Maionchi, senza però andare molto avanti nel programma. Questo infatti è il dilemma della sua vittoria al festival. E’ vero che non è un big, però cosa c’entra con le nuove proposte? Alla fine ha avuto il suo tempo per farsi conoscere tramite la televisione ( Rai2 mica è poca roba!) e quindi avere una propria immagine. Per quanto nessuna delle canzoni tra i giovani mi sia piaciuta in modo particolare, trovo comunque poco corretta questa vittoria. Voi che ne pensate?

Malamoreno!

https://i0.wp.com/www.adnkronos.com/IGN/Assets/Imgs/C/clerici_antonella150907_adn--400x300.jpgPassata la seconda serata di Sanremo 2010. Che dire? Bè sicuramente un buon festival, con maggior attenzione alla musica rispetto alle edizioni precedenti e con una conduzione ottima della Clerici che senza far scendere veline e veloni riesce a tenere il palco. Anche se, purtroppo, in alcuni momenti sembra che vada a rilento. Sembra quasi lei non sappia che dire. Ma comunque essendo da solo, direi che svolge il suo lavoro in modo esemplare. Dal punto di vista musicale sono contento. Cantanti come Cutugno, Scanu, Sonhora e  Pupo/Filiberto (lo volete capire che noi italiani non vogliamo i Savoia???) sono stati buttati fuori dalla gara. Avanzano invece presenza come Malika Ayane ed Arisa, oppure la bellissima voce di Irene Fornaciari. Buon Festival, quindi. Adesso vediamo l’andazzo nelle prossime puntate. Per adesso il voto mio personale generale è un 8,5. Brava Antonella.

P.S Vi lascio con l’ascolto della nuova canzone di Arisa! CLICCA QUI