Esperienza mattutina all’ospedale San Jacopo di Pistoia

Come faccio ogni tre mesi, faccio regolarmente il test HIV, perchè per me non è certamente un tabù e non dovrebbe esserlo per nessuno. Questa mattina mi sono recato all’ospedale San Jacopo, dove dal Ceppo hanno spostato il reparto malattie infettive, per fare il prelievo e quindi il test. Non ero ancora stato alla nuova struttura di Pistoia, ma negli ultimi mesi ho fatto il test tramite il distretto asl di Agliana.

Non sapendo dove fosse il reparto, ho chiesto informazioni alla reception dove mi hanno informato di andare al terzo piano. Al terzo piano non vi era alcuna indicazione, quindi tornando al piano terra ho chiesto informazioni al punto prelievi dove mi hanno informato di andare nel reparto degenze al terzo piano. Entrati nel reparto, trovo la porta malattie infettive che risulta chiusa. Trovo una porta, una nuova reception e chiedo informazioni. La ragazza al desk alla mia domanda “scusi, dove si fa il test HIV?” sgranando gli occhi risponde ” chieda alla collega” indicandomi la dottoressa. Lei mi informa di dover uscire dal reparto, suonare il citofono in modo da farsi aprire la porta di malattia infettive ed entrare. Una volta suonato ed entrato, le infermiere mi informano che il reparto è sbagliato e di dover andare giù al poliambulatorio.

Torno giù, nei cartelli al poliambulatorio A non c’è alcuna indicazione con scritto “malattie infettive”, quindi ho fermato un altro infermiere il quale mi ha indicato la strada per la stanza A29 – malattie infettive ( giusto per informarvi, subito all’entrata andate a sinistra, entrate nel poliambulatorio A e poi corridoio a destra).

Non ricordavo una struttura così organizzata male da tanto tempo. Al Ceppo era molto semplice andare e trovare il proprio reparto, specialmente uno delicato come quello delle malattie infettive. Ma se un ragazzo ha paura, è timido ed ha dei problemi con la propria sessualità come fa a trovare con tranquillità il reparto? Ma vi pare normale dover girare per 30 minuti un ospedale senza avere mai una giusta informazione? Chiedo espressamente che venga messo un cartello e che il sito dell’asl venga aggiornato con le giuste indicazioni, perchè non lo è per niente ( mi pare sia aggiornato a quattro anni fa). Non è possibile tollerare nel 2014 una organizzazione in questo modo per un tema così importante.

Detto questo sono entrato in ospedale alle 06:50 e sono uscito alle 7:37. Per un semplice test Hiv.

Detto questo e fatto la critica, da settembre proporrò alle varie associazioni come Arcigay di fare una vera campagna di sensibilizzazione cominciando con un viaggio all’ospedale insieme a tutti i sindaci della provincia di Pistoia per fare tutti insieme il test Hiv che ricordo essere gratuito e completamente anonimo. Le azioni di sensibilizzazione sono importanti. Facciamole.

Annunci

4 risposte a "Esperienza mattutina all’ospedale San Jacopo di Pistoia"

  1. Ciao Guido, io parole ne’ ho, RIMUOVERE gli incompetenti, ho lavorato 50 anni, ma se avessi prodotto “solo il doppio “di tanti: TROMBONI della politica, BARONI della sanità , BUROCRATI vari, e alcuni lavoratori del pubblico, appoggiati da altri BUROCRATI nascosti in varie sigle, mi avrebbero cacciato per scarso rendimento!
    Sono al tuo fianco e a presto.
    Sauro

Se ti va, lascia un Commento! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...